AICOM - Associazione Italiana Compliance

UIF: modulo per le variazioni dei dati del Responsabile SOS (Segnalazioni Operazioni Sospette)

Link:

Al fine di agevolare i segnalanti, è stato predisposto un modulo da utilizzare esclusivamente nei casi in cui - successivamente alla registrazione nel nuovo sistema di segnalazione delle operazioni sospette - debbano essere comunicate variazioni nella persona o nei dati del soggetto individuato quale "gestore/referente" della procedura ( Responsabile SOS ).

Tale modulo, riportato in allegato, dovrà essere trasmesso alla UIF o tramite posta elettronica certificata all' indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o con lettera raccomandata all' indirizzo Unità di Informazione Finanziaria - Largo Bastia 35 - 00181 ROMA.

Per eventuali chiarimenti si potrà far riferimento alla casella funzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modulo Variazione Responsabile SOS ( pdf, 7K , 1 pag. )

Prestiti La trasparenza? Cancellata per legge (Il Corriere della Sera)

Link:

Finanziamenti dopo la legge sul credito al consumo impossibile fare i confronti. La simulazione: per 15 mila euro in sei anni se ne restituiscono 20.404.

Spariti definitivamente i fogli informativi con il tasso effettivo,sostituiti dalle pubblicità. Unica strada: girare banca per banca.

Dovete chiedere un prestito? Prendete una settimana di ferie. per capire quale banca (o finanziaria) offra i tassi migliori dovrete infatti entrare in ogni filiale,sedervi davanti all' impiegato,farvi intervistare raccontando chi siete e che profilo finanziario avete(prudente,timido,audace?), decidere all' istante in quanti mesi volete rimborsare il debito e infine aspettare pazienti che il bancario elabori tutto,finchè il "documento personalizzato" con l' agognato Taeg,il tasso annuo effettivo globale, esce dalla stampante.

Leggi tutto...

In banca meno segreti per il fisco (Il Sole24Ore)

Link:
Il fisco avrà presto nuovi poteri per accedere alle informazioni detenute da banche e intermediari finanziari.
Il maxiemendamento alla manovra di ferragosto – che in settimana otterrà il via libera definitivo dalla Camera dopo l'approvazione a Palazzo Madama - attribuisce infatti all'agenzia delle Entrate la facoltà di procedere all'elaborazione di specifiche "liste selettive", basate sulle informazioni relative a rapporti e operazioni finanziarie ottenute direttamente dal sistema degli intermediari. Le liste saranno quindi utilizzate per individuare i contribuenti da sottoporre a controllo e a verifica fiscale.
Si tratta di una svolta di non poco conto. Per la prima volta - con l'obiettivo di colpire i forzieri che detengono i frutti dell'evasione e della frode fiscale - il fisco, derogando a qualsiasi principio di tutela del segreto bancario, è abilitato a compiere attività di selezione automatica per masse di soggetti che gli consentirà di individuare, in relazione a singoli contribuenti, le anomalie che caratterizzano la gestione del denaro contante ovvero la movimentazione di portafogli azionari e/o obbligazionari.

Informazioni aggiuntive